Info@sanicloud.com
0424-583600

SaniCloud

SANIcloud > News > Notizie > Acqua Potabile.
  • SANIcloud
  • Nessun commento

Acqua Potabile.

Sapevi che l’uso industriale più comune dell’ozono è nell’acqua potabile?

Se sei nuovo nel mondo dell’ozono, potrebbe sorprendervi quanto sia diffuso l’uso dell’ozono in tutti gli Stati Uniti. Oggi, negli Stati Uniti ci sono oltre 300 importanti impianti di trattamento delle acque che incorporano l’uso dell’ozono nei loro processi..

Spruzzi d’acqua

L’uso di ozono nell’acqua potabile è stato diffuso in tutto il mondo sin dai primi anni del 1900. L’ozono fu inizialmente utilizzato negli Stati Uniti nel 1940 a Whiting, IN per la disinfezione dell’acqua nel processo di trattamento delle acque. Da lì, l’uso dell’ozono nell’acqua potabile si è ampliato fino al suo attuale ampio utilizzo in tutti gli Stati Uniti oggi. Nel 1982, l’ozono ha ottenuto l’approvazione GRAS per l’uso in acqua in bottiglia. Ciò ha aperto l’uso dell’ozono per la disinfezione nell’industria dell’acqua in bottiglia. Oggi, la maggior parte delle aziende di acqua in bottiglia utilizzano l’ozono per garantire acqua pura esente da patogeni per i consumatori.

 

Fontanella

In prospettiva, l’ozono può anche essere utilizzato per la rimozione di microinquinanti, come i prodotti farmaceutici nell’acqua, i prodotti per la cura personale e gli interferenti endocrini. L’ozono è attualmente utilizzato nella disinfezione delle acque di scarico per questi scopi ed è possibile che l’uso dell’ozono venga trasferito in impianti di acqua potabile.

 

Perchè bere acqua ozonizzata quotidianamente ?

Porta ossigeno al corpo e quindi maggiore energia.

Migliora la digestione  e fa diminuire il bruciore di stomaco.

Elimina problemi dentali come gengivite eventuali Afte ed erpes.

Scompare il bruciore alla minzione.

Miglior drenaggio dei liquidi, contrastando ritenzione idrica.

Migliore performance sportiva.

L’acqua ozonizzata puo essere conservata in frigorifero.

ricca di ossigeno, realizzata con SC4
Author: SANIcloud
sanicloud

Lascia un commento