L’ozono utilizzato nell’allevamento dei polli

Il Campylobacter è un batterio gram-negativo a forma di bastoncello. 
Vive in condizioni di umido e ridotto ossigeno. 
Viene trasportato nei tratti intestinali del bestiame, in particolare i polli, 
rendendolo una delle principali cause di malattia da diarrea batterica. 
L'esposizione all'aria, l'essiccazione e il pH basso possono ostacolare 
la crescita e la diffusione di Campylobacter (Curtis e Butler). 
Il congelamento può disattivare i batteri, ma non li uccide e con il ritorno a 
temperatura ambiente, si diffonde.
 L'ozono sta diventando un metodo prevalente per prevenire la contaminazione 
da Campylobacter nell'industria del pollame. 
L'ozono è una molecola composta da tre atomi di ossigeno. 
Può agire come un ossidante e disinfettante . 
L'ozono si decompone facilmente in O2, producendo un atomo di ossigeno libero 
molto reattivo, che può causare lisi, la disintegrazione delle pareti delle 
cellule batteriche. A causa della breve durata dell'ozono, deve essere generato 
sul posto, portando a costi operativi un po'più elevati rispetto ad altri metodi 
di disinfezione. 
La contaminazione batterica è una delle principali preoccupazioni
nel settore alimentare. Anche piccole quantità di Salmonella, Campylobacter 
e altri microrganismi possono causare una malattia diffusa dopo l'immissione 
sul mercato di un prodotto infetto. 
Per questo motivo ci sono molte linee guida e procedure per minimizzare il
potenziale contaminazione negli impianti di trasformazione degli alimenti. 
L'ozono si sta diffondendo sempre più negli allevamenti per prevenire la contaminazione. 
Grazie alla sua reattività, è un agente igienizzante molto efficace, 
che uccide una percentuale elevata di microrganismi molto elevata
rispetto ad altri comuni disinfettanti come il cloro e la formaldeide.
Gli agenti patogeni sono stati e continueranno ad essere un importante problema 
nel settore alimentare a tutti i livelli, in particolare il Campylobacter 
con la sua capacità di diffondersi con facilità e con una quantità estremamente 
bassa  per causare malattie. In allevamento, al macello o nei centri di trasporto
e distribuzione fino al consumatore finale.
L'ozono fornisce un'alternativa facile per pulire o decontaminare il pollame 
e le attrezzature utilizzate nel pollame, specialmente perché può essere incluso
in quasi tutte le sostanze acquose o gassose preesistenti utilizzate nei servizi
igienico-sanitari.
l'ozono è generalmente una delle sostanza igienizzanti attualmente utilizzate
nell'industria alimentare piu' efficace.
 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *